I merletti urbani di NeSpoon

30 settembre 2014 Decorazione, Stencil, Tecniche

I merletti urbani di NeSpoon ricamano in tela di pizzo le strade delle città.

Artista conosciuta in tutta Europa per le sue opere di street art e per aver partecipato a numerosi festival, la polacca NeSpoon, street artist di Varsavia, riveste di gioielli, come li definisce lei, gli spazi urbani. I merletti urbani di NeSpoon ma anche i pizzi, gli stencil, le vernici e le ceramiche sono alcuni dei linguaggi e tecniche che usa per ingioiellare strade, piazze e luoghi abbandonati e disadorni.

La specificità del lavoro di NeSpoon sono gli stencil, i dipinti su legni vecchi e le ceramiche, supporti e materiali che usa per reinterpretare l’antica arte dei merletti. Con le sue tele di pizzo riveste i tronchi degli alberi, scolpisce opere d’argilla tra le crepe di muri dimenticati dal tempo, si innamora degli spazi urbani e dialoga con la natura. Ogni opera è pensata per rispettare il luogo che la ospita, le forme e colori usati sono il naturale proseguimento delle sfumature che la circondano.

Quando creo ho bisogno di istaurare un rapporto intimo con la superficie che sto andando a modificare. Non mi basta vedere. Devo andare oltre la vista. Immergermi nella materia. Toccarne l’essenza. Sprofondare nella bellezza del tempo. (cit.)

L’arte per NeSpoon è un atto d’amore puro e incondizionato per il territorio, dove il contesto si fonde con il gesto artistico per produrre l’opera. Al suo lavoro artistico aggiunge anche quello di attivista politica: una costante e instancabile lotta contro l’inquinamento mediatico della pubblicità urbana. Da anni NeSpoon porta avanti un’importante campagna di sensibilizzazione sui danni dell’urban advertising. Un percorso sociale che s’inserisce perfettamente nel contesto e nella filosofia di NeSpoon che, tanto come artista quanto come attivista, lotta per la valorizzazione del territorio in difesa delle sue naturali bellezze.

In Italia ha recentemente esposto da Elastico Studio a Bologna presentando un insieme di opere site-specific.